I No Tav fanno deragliare la fiaccola

La fiamma olimpica si è dovuta arrendere ai No Tav. All’uscita di Susa (Torino), dopo che i tedofori erano sfilati in mezzo ad ali di folla che urlavano slogan contro l'alta velocità, gli organizzatori del viaggio della fiaccola hanno deciso di non farla proseguire per la bassa Valle di Susa, zona calda per le contestazioni sulla linea ferroviaria Torino-Lione, e di dirottarla direttamente a Bardonecchia. Nel bilancio anche un’auto della polizia presa a calci e il tentativo di spegnere la fiaccola con una bandiera No Tav.