I nonni italiani? Sono i più arzilli in Europa E sostituiscono la baby sitter 3 volte su 4

Diventati ormai indispensabili per le famiglie, i nonni italiani sono i più longevi Europa. Merito anche della dieta mediterranea. Lo rivela, nel
giorno della festa dei nonni, uno studio di Coldiretti secondo cui 3
bambini su 4 fino a 13 anni sono affidati ai nonni quando non sono a
scuola o con i genitori

Diventati ormai indispensabili per le famiglie in cui entrambi coniugi lavorano, i nonni italiani sono i più in forma d'Europa. Lo rivela, nel giorno della festa dei nonni, uno studio di Coldiretti secondo cui 3 bambini su 4 fino a 13 anni sono affidati ai nonni quando non sono a scuola o con i genitori. 

Inoltre, con una una vita media di 79,1 anni per gli uomini e di 84,3 anni per le donne, nettamente superiore alla media Ue, i nostri nonni sono più arzilli dei colleghi europei. Questo probabilmente anche grazie a pane, pasta, frutta, verdura, olio extravergine e - perché no? - anche il tradizionale bicchiere di vino a pasto. Per Coldiretti, insomma, la dieta mediterranea ha consentito agli italiani di conquistare un record della longevità che tende ad incrementarsi.

Soprattutto perché sono proprio i nonni a educare all'alimentazione i nipoti. In questo modo svolgono una funzione fondamentale nel conservare le tradizioni alimentari e nel guidare i più giovani verso abitudini alimentari più salutari. Insomma, se si ascolteranno di più i nonni, si eviterà che i bambini italiani possano essere, per la prima volta nella storia demografica del nostro Paese, i primi ad avere una vita più breve dei propri genitori per colpa di malattie causate dall'obesità e dal sovrappeso, come diabete e problemi cardiaci. Un allarme che, secondo Coldiretti, rende necessario intervenire per modificare abitudini di consumo sbagliate. Non bisogna dimenticare che ben il 36% dei ragazzi in Italia sono fuori forma.