«I nostri cibi vi piacciono»

Da un anno e mezzo in città, Alvaro Maldonado è consulente economico del Corpei, l’ufficio commerciale dell’Ecuador in Italia. La scorsa settimana è stato tra i promotori del convegno «L’Ecuador a Milano» al Circolo del commercio.
Un modo, dice, per far emergere una comunità invisibile. «Il consumatore italiano non immagina nemmeno quanti prodotti ecuadoregni di qualità abbia nel piatto tutti i giorni». Non solo banane, ma anche mango, ananas, tonno. Pochi poi sanno che i cappelli di Panama in realtà sono il fiore all’occhiello dell’artigianato ecuadoregno.
Una curiosità: a Milano continua a crescere l’importazione di maracuja dall’Ecuador: «Voi ci fate i cocktail, ma per la comunità ecuadoregna locale è sapore di casa». Irrinunciabile.