I nuovi cantautori si alleano anche sul palco

Gagliardi, Patrizi e Di Maggio insieme per un esperimento di «concerto collettivo»

La musica dal vivo e la discografia sono in crisi? Pare proprio di sì. Qualcuno, fortunatamente, cerca soluzioni coraggiose e interessanti per affrontare la questione e aggirare il problema. Per svelare l’arcano, basta fare un salto al Funnel di via Ostiense 137, non lontano dalla basilica di San Paolo. Stasera c’è un concerto particolare, che riunisce sullo stesso palco tre giovani cantautori di talento. Mauro Di Maggio, Massimiliano Gagliardi e Simone Patrizi suoneranno insieme, alternandosi nel ruolo di protagonista e suonando l’uno per gli altri. Un bel modo di vivere la musica, lontano da banali rivalità artistiche. Un modo che permetterà agli spettatori di conoscere il repertorio di tre musicisti bravi e originali.
Mauro Di Maggio, che ha già pubblicato tre album e ne ha un quarto in cantiere, si è fatto conoscere nel ’96, con una partecipazione a Sanremo, e ha ottenuto un grande successo nel 2003 con il singolo Non ti voglio fermare, rimasto al vertice della classifica per un lungo periodo di tempo. Il suo disco più recente, Amore di ogni mia avventura, è ricco di canzoni raffinate e ispirate. Collabora da anni con Ambra Angiolini, per cui recentemente ha scritto le sigle di Stasera niente Mtv, surreale programma in onda sulla rete musicale. Dal 6 ottobre, ogni lunedì, darà vita al Garlic show, manifestazione ospitata dal Lian Club di San Lorenzo che riunisce sullo stesso palco giovani e artisti già affermati.
Massimiliano Gagliardi è autore di brani trascinanti e divertenti. Nel 2006 Fiorello si innamorò della sua Katamura, decidendo di inserirla anche nella compilation ufficiale di Viva Radio 2. Nel 2007 ha partecipato a «Musicultura», a Macerata, e la canzone Ma che allegria è stata inserita nel disco della manifestazione (è anche scaricabile gratuitamente dal sito www.musicultura.it, nella sezione archivio). Il primo album di Gagliardi è quasi pronto e vedrà la luce nei prossimi mesi. Nel frattempo, potrete ammirarlo ancora dal vivo il 13 settembre a piazza Damiano Sauli, nell’ambito della Notte Bianca, e il 19 settembre al Contestaccio.
Simone Patrizi ha partecipato a Sanremo nel 2002, arrivando terzo tra i giovani con Se poi mi chiami. Il singolo L’onda, estratto dall’album Piccoli segni, ha permesso a Patrizi di vincere la manifestazione «Un disco per l’estate». Alla fine del 2002 ha collaborato con Mariella Nava, incidendo con lei Scrivilo negli occhi. Recentemente ha pubblicato il bel singolo Capire il senso, che certamente non mancherà nella scaletta di stasera.
Ospite dell’inedito trio sarà Marta Gerbi, già protagonista del musical Footloose, nonché cantante e ballerina di Buona domenica, su Canale 5.
Le premesse per un ottimo concerto ci sono tutte. Nel caso foste ancora dubbiosi, sappiate che lo spettacolo è gratuito.