I nuovi Paperoni di Hollywood belli, famosi e giovanissimi

RomaChi prima arriva, meglio alloggia. Così si sbrigano a guadagnare cifre da capogiro i divi adolescenti, che nell’America tuttora flagellata dalla recessione, girano a macchinetta film dedicati ai loro brufoluti coetanei, un target sicuro e ancora disposto a spendere la paghetta in sala. È «Adollywood», dunque, come negli Usa definiscono tale fenomeno di rapida ascesa e rapido guadagno, portato alla luce dal magazine Forbes, che di recente ha pubblicato una lista speciale, fornendo la classifica degli attori teen-ager più ricchi e quotati nel cinema a stelle e strisce. La verde età tiene banco e banca soprattutto, mentre sullo sfondo d’una crisi che pare non finisca mai scolorisce il concetto di carriera, costruita a Cinelandia un passo dietro l’altro e un anno dietro l’altro. Nell’accelerazione contemporanea, infatti, star come Jodie Foster che iniziò bambina (con la pubblicità della crema solare Coppertone), proseguì adolescente (indimenticata la sua prostituta disperata in Taxi Driver), per confermarsi, fino ai giorni nostri, interprete di lunga tenuta, non sembrano più richiesti. Mantenere a galla una star è sempre costato molto, fin dall’era di Mary Pickford, la «fidanzatina d’America» classe 1893 e adesso che Angelina Jolie e Brad Pitt stanno per sfasciare il business di «Brangelina» (faranno una serie tv nel ruolo dei genitori perfetti, prima dell'imminente separazione) ecco che avanza «Zanessa», crasi perfetta di Zac Efron e di Vanessa Hudgens, neanche quarant’anni in due e svariati dollari all’attivo come baby-coppia di successo. Il primo, celebre grazie alla serie di High School Musical, successone seriale Disney (giunto al numero quattro), dove lo snello (e un po’ insipido) ragazzo fa Troy, maturando a un passo dalla vita vera, al momento «tiene», da noi, con 17 again - Ritorno al liceo, commediola basata sulla seconda possibilità concessa a un’ex promessa del basket. Amico per la pelle di Justin Timberlake, col quale condivide una tremenda gelosia professionale nei confronti di Robert Pattinson (il fascinoso vampiro di Twilight e dell’erigendo New Moon), il divetto è esemplare di quella fabbrica dell’attor giovane, formato sia tivù sia cine. E chi se ne importa se chiacchierano di lui: meglio omosessuali che in ombra, come dice lui stesso.
E Vanessa, in tandem con Zac in High School Musical, nel ruolo della fidanzatina Gabriella? Tira dritto e rilascia interviste nelle quali si dichiara insidiata addirittura da Trace, il fratello rocker di Miley Cyrus, l’eroina di Hannah Montana che canta, balla e recita per la gioia della scuderia disneyana. Beccata anche lei nella classifica delle riccastre, che rinunciano all’adolescenza in nome dei soldi: a giugno attacca le riprese di The last Song, dove sarà ragazzina ribelle a un padre estraneo (ma suo padre, fuori dal set, l’ha concessa in posa, nuda, per Vanity Fair, con perdita d’immagine secca presso la Disney e il suo pubblico di riferimento). Intanto, il 15 luglio è atteso al banco di prova d’una svolta «dark» Daniel Radcliffe, l’attore inglese classe 1989, identificato col marchio di Harry Potter, il cui nuovo capitolo, Harry Potter e il principe mezzosangue (regia di David Yates) lo vedrà affrontare la morte, in una discesa agli inferi davvero oscura. Sarà forse per questa sua inversione di ruolo, magari, che su Twitter circolano dei video in cui il giovane Radcliffe (mai abbastanza grato alla scrittrice Kathleen Rowling, ideatrice del maghetto sbancabotteghini) di sera si aggira mano nella mano con il trans newyorchese Our Lady J., con tanto di trucco davvero ambiguo. Quanto alla sua fidanzatina da schermo, la simpatica Emma Watson, alias Hermione, la stregoncella secchiona sempre al fianco di Potter, figura lei pure nella lista paperona: britannica e studiosa sembra defilata ma, zitta zitta, porta a casa un bel po’ di palanche.
Mai quante il fascinoso Robert Pattinson, il vampiro liceale esploso l’anno scorso con Twilight, attualmente sotto assedio in Val d’Orcia da parte della fans italiane, che lo braccano sul set di New Moon, il seguito della saga licantropa, pronta per il 21 novembre. Avviso alle ragazze: se non ce la fate ad aspettare fino all’autunno, a giugno il bel Pattinson sbarca in sala con Come solo tu sei, in veste di musicista in crisi esistenziale, che torna a vivere dai suoi (è un film girato quando non era nessuno). Per la cronaca: anche il romantico vampiro esce dalla fattoria di Harry Potter (faceva Cedric Diggory). A riprova del fatto che le masse giovanili vengono tirate su a colpi di saghe, ottime per gli Adollywooditi ubriachi di soldi e di successo, mentre portano il ferretto ai denti e l'acne dal dermatologo.