I nuovi tornelli mettono in coda i milanisti

Ore 11: dalle radio di un camioncino parcheggiato nel piazzale antistante il Meazza si sente il nome di Filippo Raciti, l’agente morto dieci giorni fa a Catania, mentre sui blocchi di cemento che impediscono il passaggio delle macchine campeggiano gli slogan: Acab, acronimo per «All cops are bastard», «No Digos», «polizia assassina». Davanti ai cancelli poliziotti schierati, alcuni in tenuta antisommossa, aspettano i tifosi e l’apertura dei cancelli, prevista per mezzogiorno. Tutto è stato predisposto per accogliere i 37297 abbonati, gli unici che potranno assistere a Milan-Livorno e all’esordio rossonero di Ronaldo: delle transenne sono (...)