I parenti di Torsello: su al Jazeera: «Liberate Gabriele»

Roma. Dopo l’appello di mercoledì in cui definiva «islamicamente inaccettabile» il sequestro di Gabriele Torsello, l’Unione delle comunità islamiche in Italia (Ucoii) annuncia che un nuovo messaggio per chiedere la liberazione del fororeporter pugliese sarà lanciato domani ai sequestratori tramite l’emittente satellitare araba Al Jazeera. Ai rapitori si rivolgeranno assieme sia i familiari di Torsello che Mohammed Nour Dachan, presidente dell’Ucooi: chiederanno che Gabriele venga rilasciato al più presto e senza condizioni. E già oggi un altro messaggio in favore di Torsello sarà trasmesso dal canale satellitare “Al Hurra”. Quanto alle trattative in corso, i servizi segreti stanno valutando le ripercussioni che potrebbe avere sul sequestro il raid della Nato nel sud dell’Afghanistan. Il bombardamento, che avrebbe provocato la morte di almeno 50 civili, è avvenuto nella stessa zona in cui è stato sequestrato Torsello.