I passeggeri in rivolta "denunciano" i furbetti

AUTISTI E QUIZ IN RADIO «DA LICENZIARE...» Mentre guida un jumbo-tram partecipa a un concorso radiofonico. Davvero incredibile. Benefa ilGiornaleadenunciare questo comportamento che meriterebbe una lettera di licenziamento. Maocchio a non dirlo forte che se no, gli autisti dell’Atm, ci sparano l’ennesimo sciopero di solidarietà e ribloccano ancora Milano. Tzoia1 (email)

IRREGOLARITÀ ALLA GUIDA ISOLARE I FURBI Ogni mezzo pubblico ha un numero identificativo. Quando si vede un autista al telefonino o che legge il giornale mentre guida (ho visto anche questo) bisognerebbe fare segnalazione all’azienda tramviaria milanese. La campagna firmata da il Giornale è meritoria. Personalmente ne ho le scatole piene di questi autisti che guidano pericolosamente. Isolare e segnalare i deficienti - che abbondano in tutte le categorie umane, va da sé - va a tutela anche e soprattutto degli autisti scrupolosi che comunque risultano in tanti. Paolodb (email)

ANCHE MALEDUCATI NIENTE AIUTI SULLA 70 Sono la mamma di una bambina di quasi due anni. L’altro giorno ho chiesto aiuto all’autista del 70, a una fermata di via Farini, per salire sull’autobus con il passeggino. Lui, che era al telefono, è stato sbrigativo e mi ha detto di chiudere il passeggino prima di salire a bordo. Non ha mosso un dito per darmi una mano. Per fortuna due signori si sono alzati e mi hanno aiutato, altrimenti avrei perso la corsa. Lucia M.

TRE CASI «ESEMPLARI»: TRAM TROPPO VELOCI Ecco tre comportamenti di autisti Atm che ho vissuto in prima persona. Il primo, tram 12. Mi preparo per scendere, quasi inciampo per l’andatura a singhiozzodellavettura. Mi avvicino all’autista e vedo un auricolare che spunta dall’orecchio. Chiedo, «ma le serve per comunicare con la centrale?». Risposta, «no, sto sentendo la musica». Secondo episodio, linea 61: la radiolina sul cruscotto costringe tutti i passeggeri a sorbirsi una partita dell’Inter. Terzo ed ultimo, tra piazza Cordusio e via Broletto: il tram curva a forte velocità. Io e altri passeggeri facciamo osservare all’autista che, proprio lì, due anni fa, un tramderagliò. La replica? «Sì, ricordo, ma quella vettura era difettosa». Ai lettori ogni commento. Giuliana Rivera