I petrolieri russi scelgono il gruppo Erg

Il gruppo russo Lukoil, alleato con la genovese Erg della famiglia Garrone, sbarca in Italia per conquistare il mercato del Mediterraneo: le due società hanno raggiunto un’intesa per una partnership nella attività di raffinazione costiera, attraverso la creazione di una newco (una «nuova struttura societaria») che controllerà Erg Raffinerie Mediterranee e sarà partecipata al 49 per cento da Lukoil e al 51 dalla stessa Erg. Ingenti le proporzioni delle risorse impiegate: i russi investiranno nel progetto 1 miliardo e 35 milioni di euro. I due azionisti saranno responsabili per l’approvvigionamento dei grezzi e la vendita dei prodotti raffinati di loro competenza così da raggiungere, ciascuno, i propri obiettivi di business. Dell’accordo appena concluso si compiace particolarmente Adolfo Urso, sottosegretario allo Sviluppo economico, che ieri si trovava a Mosca per sostenere le imprese italiane partecipanti ai bandi di gara per le Olimpiadi invernali di Sochi 2014. «L’investimento della Lukoil in Sicilia - sottolinea Urso - è il più grande investimento russo in Italia e ci consente di rafforzare la nostra posizione di partner energetico con significative prospettive di crescita internazionali. L’alleanza strategica tra Erg e Lukoil conferma che la Russia rappresenta un partner prioritario, la nuova frontiera dell’economia italiana non solo per la crescita del nostro export».