Per i piccoli il «pieno» di divertimenti

Feste, giochi, mostre e spettacoli «conditi» da dolciumi e carbone: è questo che la Befana mette nelle calze dei bimbi romani. La vecchina porta-doni, infatti, nella Capitale diventa una vera organizzatrice di eventi, consacrando l’Epifania al baby-divertimento con un cartellone di appuntamenti per tutti i gusti e occasioni per incontrarla e ricevere dalle sue mani il premio per un anno di bontà.
Feste. Dalle 10 al Bioparco, la Befana attende i visitatori con giochi e animatori. Dalle 12 alle 16 nella Sala degli Elefanti, laboratori e il puppet show Arriva la Befana. A Villa Borghese, dalle 11 alle 17, l’area della Casina di Raffaello diventa un maxi-teatro a cielo aperto per artisti di strada, maghi e musicisti. Al teatro Verde c’è l’annuale Festa della Befana. Giochi e dolci dalle 10 nell’Epifania in viale Marconi.
Villaggi. Dolciumi, giochi da fiera e possibilità di fare foto con la Befana a piazza Navona, nel tradizionale mercato a lei dedicato. Caccia al tesoro e maghi tra le proposte per bimbi di «Natale a piazza Bologna». Doppio appuntamento sul ghiaccio tra stand e pista di pattinaggio con Ice Park, in viale Tor di Quinto e piazza Re di Roma: la Befana arriva sui pattini con Topolino, Minnie e Pluto. Piste per pattinare sono pure a Castel Sant’Angelo e al Parco della Musica.
Eventi. Sono 1500 i componenti del ventiquattresimo corteo storico «Viva la Befana», che alle 12 porterà Re Magi e Befane a San Pietro. Parte alle 17, invece, da San Giovanni in Laterano la sfilata di figuranti che comporrà il Presepe Vivente in piazza Vittorio. Laboratori. «La Befana vien di notte… vietato mangiare!» è il laboratorio dell’Ara Pacis, nella mostra «Bruno Munari», che insegna a fare dolcetti in più materiali. A Palazzo delle Esposizioni si gioca con Alice nel Paese delle Meraviglie, in un viaggio tra romanzo e arte che porta a creare un libro, e con «Vita da etrusco». Ceramica e storia del Campidoglio nelle attività dei musei Capitolini. Iniziative creative al museo della Civiltà Romana nella mostra «Il Divo è tratto». Robotica e carta riciclata da Explora.
Mostre. Ultimo giorno per ammirare le natività di «100 presepi» alle Sale del Bramante, in piazza del Popolo, e quelle di «Seguendo la stella cometa» nella basilica di San Carlo al Corso. Si concentra sulle fiabe dell’autore, «Bruno Munari prestigiatore», fino al primo febbraio alla Casina di Raffaello. Dedicati al cinema i temi interattivi di «Techno Xmas» a Technotown.
Letture. La storia di Amore e Psiche ai musei Capitolini è una fiaba-gioco, di cui i bambini sono chiamati a cercare le tracce nel museo. Pomeriggio intenso alla Casa dei Bimbi: dalle 16.30 trucco, giochi, lo show «Le magie del bosco incantato», baby-dance e Befana.
Teatro. Festa al San Carlino: dopo lo spettacolo Il canto di Natale, arriva la Befana. Letture recitate e attività al Tor Bella Monaca con «Aspettando la Befana». Al Quarticciolo, Babar, storia del noto elefantino, per ombre e piano. «Farina, erede del Gatto con gli stivali, racconta…» è all’Hippoteatro di Capannelle. Marionette al Mongiovino in «Viene viene la Befana», dove a cercare la vecchina è addirittura un alieno. Danza su ghiaccio con Moscow on Ice in La Bella Addormentata nel Bosco e le altre storie al Tendastrisce, tra fiabe e campioni di pattinaggio. Al Brancaccio, High School Musical. Ultima rappresentazione al Valle per Scrooge, al Piccolo Eliseo per Cappuccetto Rosso e al Palalottomatica per «Winx on Ice».
Musica. Ambrogio Sparagna dirige l’Orchestra Popolare Italiana nei canti natalizi di «La ChiaraStella» al Parco della Musica. Concerti e fiabe a Santa Maria Goretti.
Cinema. Anche il grande schermo diventa a misura di bimbo. Sono quattro gli appuntamenti «animati», da Lissy-Principessa alla riscossa, doppiato da Lorella Cuccarini, al sequel Madagascar 2, senza dimenticare i disneyani Bolt e Wall-e. Per gli amanti di effetti speciali e ambientazioni surreali, i teen-movie Twilight e Ember.
Circo. Non mancano proposte sotto al tendone. In piazzale Clodio il circo Medrano e a Capannelle quello latino americano di Lidia Togni. Perché l’Epifania, a Roma, è una «grande» - e lunga - giornata per i più piccoli.