I pionieri della svolta Già approvata la legge

Il Veneto è stata la prima regione a varare un disegno di legge che recepisce in pieno le anticipazioni sul Piano casa del governo. Un provvedimento che - nelle intenzioni del governatore Giancarlo Galan (nella foto) - è pensato per rilanciare il settore edilizio e per riqualificare il territorio. Nella fattispecie, si dà la possibilità ai proprietari immobiliari di ampliare del 20 per cento la cubatura (per uso abitazione) o la superficie (per uso diverso) delle loro proprietà. Inoltre, sarà consentito «rottamare» gli edifici (abitazioni e capannoni) costruiti prima del 1989, che potranno essere demoliti e riedificati con un aumento della cubatura fino al 30% (35 se riedificati secondo i dettami dell’architettura ecosostenibile). Le richieste di interventi dovranno essere presentate entro il 31 dicembre 2010 e non potranno confliggere con i vincoli ambientali e paesaggistici e la Regione ha 60 giorni per «blindare» le zone di rilevanza storica. Sono previsti benefici fiscali sugli oneri di costruzione, con riduzioni variabili dal 20 all’80%.