«I Pirati dei Caraibi» fa il pieno grazie all’inossidabile Sparrow

Ecco come rinverdire una saga che sembrava stanca ed esaurita. Il disneyano I Pirati dei Caraibi, per il quarto episodio, ha quasi azzerato tutto il passato, a cominciare dai (co)protagonisti. Sembrava quasi una bestemmia su grande schermo, infatti, rinunciare a due volti noti come Bloom e la Knightley che hanno scritto pagine importanti per questo filone cinematografico redditizio. Il botteghino, invece, ha detto l’esatto opposto e cioè che lo spettatore va a vedere i pirati della Disney soprattutto per Johnny Depp e il suo istrionico personaggio di Jack Sparrow. In questo film numero quattro, poi, l’arrivo della Cruz si è dimostrato azzeccato rivitalizzando le mossette di Depp che ha faticato non poco nel tener testa all’esuberante Penelope, vera sorpresa di questo Oltre i confini del mare. Anzi, si ha quasi l’impressione che da questo episodio inizi un nuovo ciclo che, visti gli incassi, si annuncia ancora più soddisfacente al box office. Come a dire, prendete esempio da questa lezione, cari produttori e sceneggiatori, e non date per morte quelle galline che, invece, hanno ancora tante uova d’oro da sfornare.
I più visti a Genova nell’ultima settimana:
1) I Pirati dei Caraibi oltre i confini del mare; 2) Fast & Furious 5; 3) Red; 4) The tree of life; 5) Habemus Papam; 6) Thor; 7) Beastly; 8) Mr. Beaver; 9) Il ragazzo con la bicicletta; 10) Source Code