I pirati sbarcano al Museo del Mare

Arrivano i pirati. Al Museo del Mare naturalmente. E guai a pensare che si tratti di mostre fotografiche o riproduzioni di costumi teatrali dedicate alle avventure nei mari di mezzo mondo che hanno fatto la felicità di tanti scrittori.Questa volta al Galata i pirati sbarcano per giocare, per far divertire chiunque abbia voglia, oggi dalle 14.30 alle 18, di fare un passo al Porto Antico.
L’iniziativa nasce in collaborazione con la Nexus Editrice che ha messo sul mercato «Pirates», un gioco di carte e modellini in miniatura, in parte ispirato ai più recenti film dedicati ai pirati. Oggi al Galata sarà infatti possibile anche giocare con l’espansione «Pirates of Davy Jones Curse», che prende spunto (e nome) proprio dal «cattivo» del nuovo film «Pirati dei Caraibi». Ma la fantasia degli ideatori del gioco e di quanti si vorranno cimentare nelle sfide in programma oggi al Museo del Mare prevede anche la partecipazione di spettri, demoni, zombi e mostri marini che minacciano le navi cariche di oro e dobloni. C’è anche un’abbondante spruzzata di soprannaturale, dunque, in questa giornata per eterni bambini che sono gli appassionati di nuovi giochi di società. E che oggi hanno la possibilità di partecipare gratuitamente all’evento organizzato per iniziativa della Costa Edutainment e della Nexus che importa il gioco in Italia.
Per dare solo alcuni spunti relativi a «Pirates», si può dire che è un gioco di carte collezionabili, ma le carte sono utilizzate per costruire navi a vela tridimensionali dettagliate. Il gioco è semplice da imparare e ogni partita dura circa 20 minuti.Dopo l’«esordio» del 2004, il gioco si è arricchito di nuovi scenari ed «espansioni» per tutti i gusti. Oggi il «Pirates Day» torna (dopo l’esperienza di luglio) al Porto Antico e offre la possibilità di coniugare una giornata di svago all’occasione di visitare il Museo del Mare, che è il più grande museo marittimo del Mediterraneo.