I politici scendono in campo per il salvataggio del Grifone

Dopo le istituzioni genovesi anche i partiti politici scendono in campo per difendere il Genoa. Il senatore di Forza Italia Guglielmo Castagnetti ha chiesto un’inchiesta parlamentare: «Chiederò che l'indagine conoscitiva sul calcio in corso al Senato sia trasformata in vera e propria Commissione di inchiesta parlamentare. Con accresciuti poteri di indagine sarà finalmente possibile esplorare il torbido intreccio di interessi, di complicità e di vere e proprie illegalità che si agitano nel mondo del calcio e rendere così pubblici costi, arricchimenti, manovre e manipolazioni che governano e controllano il nostro calcio e i suoi apparati».
Lorenzo Zito invece interviene sul blocco dei calendari: «Con questa sospensiva si congela una decisione sorda che portava il Genoa e i suoi tifosi a subire una palese inguistizia troppo frettolosamente. Il Genoa è in serie A fino a prova contraria».
Matteo Rosso ha chiesto al consiglio regionale: «Di dimostrare solidarietà alla squadra e cercare soggetti disposti ad intervenire per un sostegno economico». Ma la discussione è stata rifiutata. Un’interrogazione urgente al presidente del consiglio Berlusconi è stata presentata anche dal diessino Lorenzo Forcieri.