I prepensionamenti a carico dello Stato

Sarà lo Stato, a partire da quest’anno, ad accollarsi l’onere dei prepensionamenti dei giornalisti, finora a carico esclusivo dell’istituto previdenziale autonomo del settore (Inpgi). Lo prevede un emendamento al decreto anticrisi presentato da Rocco Girlanda (Pdl) al quale il governo e i relatori hanno dato parere positivo. Il contributo statale non supererà tuttavia i 10 milioni di euro all’anno. Inoltre, gli scivoli contributivi per i prepensionamenti saranno riconosciuti fino a un massimo di cinque anni. Al raggiungimento dell’età pensionabile l’onere pensionistico ritorna a carico dell’Inpgi.