I primi promossi del professor Malesani

Neustift (Austria)Caro diario, il ritiro austriaco del Genoa è giunto all'ultima curva. Domani mattina la squadra rossoblù lascerà Neustfit per disputare la seconda amichevole della stagione contro il Padova. Malesani attribuisce molta importanza alla gara dell'Euganeo: «Questa è già una partita in cui inizieremo a vedere pregi e difetti della rosa e potremo capire dove bisogna mettere le mani». Il bilancio della prima fase del ritiro per l'allenatore veneto è senz'altro positivo: «Il gruppo si è già formato e questo era il primo obiettivo da raggiungere. Il secondo è diventare squadra e assimilare i concetti di gioco che abbiamo sviluppato in ritiro. Da qui al 21 agosto quando ci aspetta la coppa Italia dovremo acquisire condizione fisica e tattica. Per ora abbiamo mosso i primi passi».
Malesani è rimasto impressionato dai giovani presenti in ritiro: «Jorquera ha una visione di gioco straordinaria e ottimi piedi. Peccato che sia ancora un po' acerbo. Krajnc ha già una buona struttura fisica». L'unica nota stonata è il grave infortunio a Viviano che ha complicato i piani del Genoa: «Siamo stati un po' sfortunati - ammette l'allenatore - Con incidenti di questo tipo non si può fare niente». Dopo che è sfumato Sirigu finito al Paris Saint Germain per 3,5 milioni di euro, il Genoa si sta guardando attorno. I nomi più caldi sono quelli di Romero, portiere dell'Az, Benaglio, titolare della nazionale elvetica che gioca in Germania nel Wolfsburg e il viola Frey. Difficile Sorrentino. Intanto Preziosi chiude le porte a un ritorno di Diego Milito: «Lui è integro e in grado di fare bene, ma non arriverà al Genoa. Lo dico ai miei tifosi: dimentichiamolo perché un suo ritorno è impossibile». Incerto il futuro di Palacio, seguito da Inter e Roma: «C'è un forte interesse per il nostro giocatore, ma ribadisco che senza una contropartita tecnica di altrettanto valore non faremo nulla».
Preziosi non ha ancora rinunciato a Pandev, anche se il macedone vuole giocarsi tutte le sue carte con l'Inter nella gara di Supercoppa del 6 agosto. Ieri nuovi contatti tra Branca e Capozucca. Il direttore sportivo dell'Inter: «Non abbiamo parlato né di Motta, né di Milito, ma di qualcos'altro. Se c'è l'idea di portare avanti degli acquisti insieme? Può darsi. Pensiamo a un giocatore che possa essere utile sia al Genoa che all'Inter nel futuro». Potrebbe trattarsi dell'attaccante del Lilla venticinquenne Moussa Sow o del centrocampista brasiliano Casemiro. Intanto Rudolf e Merkel sono rientrati in gruppo, mentre si è fermato Sturaro a causa di uno stiramento al ginocchio. Raffaele Novelli è il nuovo allenatore della Primavera: ha firmato un biennale. Napoli-Genoa si giocherà domenica 28 agosto alle 18.