I promotori: già raggiunte le 500mila firme

Roma. La corsa per raccogliere il mezzo milione di firme utili per promuovere il referendum elettorale ha raggiunto il traguardo. «Abbiamo le 500mila firme», ha annunciato Giovanni Guzzetta, presidente del comitato promotore. «Ora dobbiamo arrivare alla soglia di sicurezza, a quota 570mila». Dai comitati, poi, nascerà un movimento: «Non saremo un partito - chiarisce Guzzetta -, ma ci impegneremo a promuovere altre riforme istituzionali, per dare forza al bipolarismo». Se Veltroni parla di «notizia positiva per la democrazia» e Di Pietro esulta al grido di «Evviva la politica partecipata e diretta!», fa da contraltare Enzo Bianco, presidente della commissione Affari costituzionali del Senato: «Il testo di riforma della legge elettorale sarà pronto a settembre e sarà migliore di quella che emergerebbe dal referendum».