I Pumas rendono amaro il debutto di Berbizier

da Salta

I Pumas azzannano l’Italia del rugby, ma non riescono a sbranarla. E il ct Pierre Berbizier può uscire a testa alta dal suo debutto contro l’Argentina, anche se gli azzurri cedono per 35-21. Una sconfitta dignitosa, insomma, dopo una partenza che lasciava ben sperare (6-0 con due calci dell’infallibile Peens) e metteva in apprensione i padroni di casa. Poi però i Pumas si ricordano di essere tali e con il veterano Arbizu e i calci dell’apertura Todeschini cominciano la rimonta.
La difesa italiana cerca di rallentare il gioco ma alla fine del primo tempo l’Argentina è già avanti 17-15 che diventa 31-18 a metà ripresa. «Abbiamo avuto un buon primo tempo, ma non abbiamo saputo approfittarne - commente il ct -. Mancavano Castrogiovanni e Moretti ma in mischia dovevamo lavorare meglio. Ci riproveremo a Cordoba». Dove venerdì è in programma il secondo match della tournée in Sud America.