I quattro volti del design da museo a Milano

Milano offre certamente tutto un arco di musei degni di essere visitati, ma esistono musei alternativi che non tutti conoscono. Sono i musei di impresa, e la nostra città ne offre ben quattro. Il museo Zucchi Collection, in via Ugo Foscolo al 4, quello Scooter & Lambretta a Rodano in via Turati al 7, quello Alfa Romeo ad Arese in via Alfa Romeo, e quello Kartell a Noviglio, in via delle Industrie al 3, tel. 02-90012269. Per chi ama l'arredamento e il design quest'ultimo rappresenta certamente qualcosa di importante. Nacque nel 1999 per celebrare i cinquant'anni di attività dell'azienda, e le mille icone presenti al suo interno raccontano molto bene la storia e l'identità di una impresa basata sullo studiato e riuscito connubio tra plastica e design, tra innovazione e creatività, tra funzionalità e glamour.
Uno spazio che si estende per ben più di 2.000 metri quadrati con prodotti che sono divisi in casalinghi, lampade, articoli di arredamento e complementi d'arredo, ma non mancano autoaccessori e articoli per laboratorio. Le stampe e i disegni sono disposte in ordine cronologico seguendo una chiave di lettura che è quella delle manifestazioni, del design, della tecnologia e della comunicazione. Un sistema che vuole diffondere la cultura del design presso il pubblico e valorizzare uno dei capitoli più significativi di quello milanese, rappresentato dall'opera di Anna Castelli Ferrieri, fondatrice della Kartell stessa con il marito Giulio. Claudio Luti, attuale presidente, che ha condotto l'impresa con entusiasmo e grande capacità fino a portare la Kartell al terzo posto delle top ten dell'industria italiana dell'arredo, e quindi certamente nelle prime posizioni del design italiano nel mondo, ha annunciato l'ampliamento dello spazio museale in occasione del prossimo Salone del Mobile di Milano.