I radical chic adottano Abdoul e torna il teatrino in piazza

Abdoul non c’entrava col razzismo, Abdoul è stato ucciso in modo insulso per uno stupido furto di merendine. Abdoul insomma non c’entrava con la politica ma i politici l’hanno adottato per mettersi in mostra e farne una bandiera. Come se ad Abdoul ora facesse piacere sapere che mezza sinistra sfila nel suo nome. E invece accadrà sabato a Milano con un corteo da Porta Venezia al Duomo. Qualche nome? I soliti: il Nobel Dario Fo (nella foto), Franca Rame, don Rigoldi, gli attori Moni Ovadia e Lella Costa, i comici Ascanio Celestini, Cochi Ponzoni, Paolo Rossi e Bebo Storti, anche consigliere regionale, oltre allo scrittore Nanni Balestrini e l’eurodeputato Vittorio Agnoletto. La solita compagnia di giro che non perde un colpo per blaterare contro il razzismo anche quando non c’entra.