I ragazzini e la droga, la prima volta a undici anni

Sempre più giovani, anzi giovanissimi. Hanno tra gli undici e i tredici anni i ragazzi liguri che per la prima volta assumono cannabis. La Liguria poi si conferma ai primi posti in Italia per consumo di eroina. Sono questi alcuni tra i dati principali che emergono dal rapporto regionale sull’andamento delle dipendenze in Liguria nel 2007, realizzato grazie alle competenze dell’istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa e la collaborazione degli operatori dei servizi che si occupano del tema, attraverso l’analisi della domanda e dell’offerta e del bisogno. Anche l’indagine campionaria della popolazione generale (Ipsad) indica che il 2,4% dei liguri in età compresa tra i 15 e i 64 anni ha provato l’eroina almeno una volta nella vita, contro l’1,4% a livello nazionale. Dato analogo tra gli studenti. Il primato ligure è confermato pure dalle segnalazioni delle Prefetture per possesso di eroina e che riguardano in Liguria il 12% del totale, contro l’8% in Italia.
Preoccupante anche il dato che si riferisce al consumo di cannabis: ad averlo sperimentato almeno una volta è stato il 32% degli studenti liguri; quelli che lo usano frequentemente sono il 3,7% (contro il 2,7% del 2006). Ne ha fatto uso almeno una volta nella vita il 31% della popolazione ligure. Si abbassa poi enormemente l’età del primo incontro con le droghe: l’8% degli studenti le hanno sperimentate già a 13 anni, ma ci sono anche casi di ingresso nel mondo degli stupefacenti tra gli 11 e i 12 anni.
Il report sulle dipendenze prende in considerazione poi anche l’uso di alcol, che sta diventando problematico. Il 70% degli studenti liguri tra i 15 e i 19 anni ha consumato alcolici negli ultimi 30 giorni, il 7% ne consuma con frequenza.