Ma i razzisti non hanno alibi

L’eredità

degli ex comunisti
Si fa sempre più invadente la delinquenza che proviene dai Paesi ex comunisti. Eppure in questi Paesi i santoni del comunismo buono erano quotidianamente impegnati a insegnare la morale a tutto il mondo, meglio del Papa. Allora come mai hanno lasciato in eredità ai Paesi che hanno governato (e poi lasciato assai a malincuore) tanta delinquenza? E perché non si occupano mai di questo curioso fenomeno i tutori della nostra morale, le candidissime verginelle Camilleri, Eco e Magris?

Camilleri? A che pensa signor Pistone? Al commissario Montalbano in missione siculo-romena?
Kortinen

sconfitta l’italianità
Giornali e tv hanno dato poco rilievo alle votazioni della città di Cortina anche se è stato un plebiscito sulla rinuncia alle origini italiane, quindi un fatto veramente importante e spiacevole, sia politicamente che socialmente. Questo è il grave: la città ha espresso il rifiuto, il disconoscimento della matrice italiana. A Cortina, oggi, il bilinguismo, è ancora a favore dell’italiano. Mi piacerebbe sapere come giudicate il voto espresso ed il fatto che poco si sia parlato di un fatto così importante. C’è anche il grande rischio che, sull’onda dolomitica, altre realtà similari potrebbero decidere di percorrere la stessa strada. Personalmente, da genovese doc non mi dispiacerebbe annettermi alla Costa Azzurra.
Lettera firmata e-mail

Poco rilievo no, glielo contesto. Ne abbiamo parlato tutti molto. Anche noi. Abbiamo mandato a Cortina uno dei nostri migliori inviati, Cristiano Gatti. E poi l’altro giorno abbiamo dedicato una pagina all’intervista al sindaco.
I tirolesi vogliono

solo i nostri soldi
Condivido la proposta di lanciare un sondaggio per verificare quanti riescono ancora a sopportare la spocchia di quei sudtirolesi che eliminano le scritte in italiano, trattano quelli che loro chiamano «gli italiani», cioè noi, con disprezzo e superiorità e tornano periodicamente a ricordarci che loro si sentono italiani solo quando ricevono una barca di euro da quello Stato da cui vorrebbero scappare.
Lettera firmata e-mail

Un sondaggio? Chi lo sa.
A lezione

dagli svizzeri
All’aeroporto di Ginevra sono stati trovati undici addetti ai bagagli che rubavano. Licenziati in tronco e processati per direttissima. Se in Svizzera ci sono immigrati irregolari, è prevista l’estradizione immediata verso i Paesi di origine. Sottile differenza fra un Paese dove i voleri e i soldi dei cittadini vengono impiegati in modo utile alla comunità e Paesi terzomondisti dove la casta si riempie la pancia e cantano tutti la ormai famosa canzone di Mina: parole parole parole.
Mauro Mirandoli e-mail

Non le sarà sfuggito che «Parole, parole, parole» è stato uno dei titoli del «Giornale» degli ultimi giorni.
Il miraggio

della sicurezza
Come cittadino, sono indignato per i fatti delittuosi che tutti i giorni avvengono nelle nostre città, insicure ed indifese, alla mercè di loschi personaggi che impunemente compiono ogni genere di crimine. Sono indignato con questo governo che pensa e studia soltanto il modo di non perdere la poltrona e di come poter «derubare» i cittadini con tasse sempre nuove. Sono indignato e mi «vergogno» infine di essere rappresentato da questo governo.
Alberto Foraensi e-mail

Ho la vaga idea che lei non sia il solo a sentirsi così.