I «regali» presunti I dodici episodi contestati dal gol di braccio di Ibra a quello di Adriano

Errore sì, errore no: sulle interpretazioni arbitrali si può discutere a lungo, ma l’elenco degli svarioni a favore dell’Inter contestati quest’anno alla squadra di Mourinho è abbastanza consistente. Eccolo.
1ª giornata - Ibrahimovic si aiuta col braccio sul gol del momentaneo vantaggio contro la Sampdoria.
8ª giornata - Maicon da espellere per una brutta entrata da dietro sul genoano Mesto.
9ª giornata - Rigore non dato contro Burdisso che tira la maglia al fiorentino Pazzini.
10ª giornata - A Reggio Calabria Cordoba, da ultimo uomo, strattona il lanciato Corradi ma non viene espulso.
11ª giornata - Mancata espulsione di Cordoba per un brutto intervento sull’udinese Inler.
13ª giornata - Rigore negato allo juventino Marchionni ostacolato in area da Muntari.
14ª giornata - Rigore non dato al napoletano Lavezzi, atterrato da Samuel.
15ª giornata - Ibra, in fuorigioco, fa gol alla Lazio, ma è quello del 3-0.
17ª giornata - A Siena gol decisivo di Maicon in fuorigioco di due metri.
20ª giornata - Adriano rifila un pugno a Gastaldello, non viene espulso (ma pagherà poi con la prova tv) e segna il gol della vittoria sulla Sampdoria.
24ª giornata - Adriano decide col suo gol il derby, ma si aiuta col braccio destro. Chivu strattona alle spalle Inzaghi: rigore negato al Milan.
26ª giornata - Rigore inesistente assegnato a Balotelli: De Rossi non lo tocca.