I Rolli patrimonio Unesco

Strada Nuova e i Palazzi dei Rolli di Genova conquistano l'albo d'oro dell'Unesco. Le antiche dimore nobiliari del centro storico e via Garibaldi - nota con il suo antico nome di Strada Nuova - con i suoi musei sono stati nominati ufficialmente Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Il prestigioso riconoscimento e il progetto di recupero che ha reso possibile l'inserimento nella lista Unesco sono stati presentati ieri pomeriggio a Palazzo Tursi dal sindaco Giuseppe Pericu.
«La nomina è stata votata all'unanimità e preceduta da una relazione di apprezzamento degli Usa: una promozione a pieni voti che rappresenta un approdo importante, dopo il 2004, per mantenere viva l'attenzione su Genova come città d'arte e cultura» ha commentato l'assessore Anna Castellano.
Esteso per buona parte del centro storico di Genova, il sito dei Rolli comprende circa 80 palazzi nobiliari appartenuti a banchieri, armatori e mercanti delle famiglie più ricche e potenti. A partire dalla fine del '500, anche in seguito alla realizzazione del progetto urbanistico della Strada Nuova, quest'insieme di dimore nobiliari venne trasformato in un sistema pubblico di dimore private, obbligate ad ospitare le visite di Stato.
Proprio nel 1576, infatti, un decreto del Senato promulgò un elenco ufficiale (rollo degli alloggiamenti pubblici) dei palazzi obbligati a svolgere funzioni di ospitalità per conto della Repubblica oligarchica.