I Rom in 4 anni aumentati del 50%

Negli ultimi quattro anni, i nomadi a Roma sono aumentati del 50 per cento, passando da 10 a 15 mila. È la stima dell’Opera Nomadi, secondo cui la maggior parte dei Rom presenti in città, il 60 per cento, sono minorenni. Le cifre reali, forse, sono ancora più preoccupanti, visto che negli ultimi 15 anni la situazione è diventata esplosiva e ha costretto le autorità a smantellare gli insediamenti più a rischio. Ieri è toccato al campo di vicolo Savini, considerato il più grande d’Europa, dopo lo smantellamento del Casilino 700. Circa 800 nomadi sono stati trasferiti in una tendopoli al 22° km della Pontina.