I rom vogliono giocare, terrore al campetto

Il panico sul volto di un ragazzo di 28 anni, la paura di chi si è visto circondato e picchiato perché in «casa sua» ha cercato di fare il suo mestiere, il terrore di tornare a svolgere il proprio lavoro. Ancora i rom protagonisti in un situazione che, se i soggetti fossero stati presi a parti inverse ahi voglia a parlare di razzismo e xenofobia. A Geo, a pochi metri dal quartiere di Bolzaneto ai piedi del Monte Figogna, un giovane custode del campo da (...)