I romeni d’Italia si costituiranno parte civile

«Sdegno per l’atto di incivile barbarie di cui è stata vittima la giovane Vanessa Russo» e desiderio di costituirsi parte civile per i danni patiti dalla comunità romena in Italia. Così il Partito dei Romeni d’Italia «Identitatea Romaneasca» interviene nella vicenda della ragazza uccisa nella metropolitana di Roma per mano di una loro connazionale, porgendo «anche a nome di tutti i propri iscritti le più sentite condoglianze alla Famiglia Russo alla quale si stringe in un caloroso abbraccio». Il Partito dei Romeni d’Italia ci tiene però a sottolineare anche «che la delinquenza non ha né etnia né passaporto» e invita le forze politiche e sociali «a non colpevolizzare migliaia di onesti cittadini romeni colpevoli solo di avere la stessa cittadinanza di pochi miserevoli delinquenti». L’associazione ringrazia «le forze dell’ordine e tutti quei cittadini, anche romeni, che hanno contribuito con la loro fattiva collaborazione ad assicurare alla giustizia le autrici di questo orrendo quanto inutile ed assurdo delitto». Il partito dei Romeni d’Italia «si riserva di esaminare la possibilità di presentare istanza di costituzione di parte civile nel futuro processo contro le assassine di Vanessa Russo per chiedere il risarcimento dei gravissimi danni morali patiti dalla comunità romena d’Italia, composta da decine di migliaia di onesti e tranquilli lavoratori».