I rossoneri litigano con l’Inter sul prato di San Siro

Moderato turnover del Milan, stasera a Reggio Calabria. Subìto da Ancelotti (per qualche acciacco patito da Jankulovski e Maldini) più che voluto (solo il riposo concesso ad Ambrosini a centrocampo risponde a quest’ultima esigenza). Di qui allora la necessità di far ricorso in difesa a Bonera centrale e Favalli sentinella di sinistra, con Flamini partner di Gattuso e Seedorf, mentre in attacco ci sarà Borriello con Pato, affiancati dal talento balistico di Kakà. Il tecnico milanista vede così il match con la Reggina: «Sarà una prova di maturità per vedere se la squadra ha capito cosa fare sul campo». Da segnalare anche un curioso derby che si è acceso tra Milan e Inter a proposito del tappeto erboso di San Siro. Galliani e i rossoneri insistono per ottenere la rizollatura immediata, gli interisti invece sono dell'idea che il prato regge ancora e bene. Poiché la gestione del consorzio di San Siro è al 50% tra Inter e Milan, tutte le decisioni, devono essere prese di comune accordo. \