I russi di Rao Ues danno il benvenuto all’offerta di Enel

L’amministratore delegato dell’Enel, Fulvio Conti, è a Mosca per una serie di incontri con esponenti del settore dell’energia. Ieri ha incontrato Anatoly Chubais, numero uno di Rao Ues, la società che metterà in vendita tre Genco, ciascuna con una potenza sugli 8-10mila megawatt, tutte con centrali a gas o a carbone. Conti ha detto recentemente che l’Enel potrà disporre per una somma fino a 4 miliardi per investire in Russia. L’ingresso nelle Genco avverrà sotto forma di aumento di capitale: Rao si è impegnata a cedere come minimo il 25% più un’azione di ogni Genco, non è affatto certo che sia disposta a lasciarne la maggioranza, anche se accetterà la creazione di una minoranza di blocco. Un portavoce russo di Rao Ues ha affermato che l’offerta Enel per le Genco (Enel è interessata a due) è «benvenuta». Conti ieri ha anche incontrato Grigori Berioskin, numero uno della Esn di San Pietroburgo, che è socia di Enel in alcune attività locali e con la quale Enel parteciperà probabilmente alla gara per Arctic Gas. Oggi un incontro è previsto con Victor Wechselberg, della Renova, il principale gruppo russo operante nel carbone; un altro con Sergej Kirienko, dell’agenzia nucleare Rosatom.