I saldi «tengono banco» alla Confcommercio

Si è parlato anche di Ztl: «Si è raggiunto l’accordo con il Comune, ora però servono i parcheggi»

La Confcommercio si riunisce e parla (anche) di saldi. Decisamente argomento di stagione. È accaduto ieri, nella sede dell’associazione. «I saldi costituiscono un’importante opportunità: per questo dobbiamo mettere in campo idee e progetti che favoriscano l’evento». Ne è convinto l’assessore della Regione Lazio al Commercio e alla piccola e media impresa Francesco De Angelis, che si è dichiarato disponibile ad «aprire un tavolo con le associazioni di categoria per valutare eventuali modifiche della legge sui saldi». «È necessario - ha aggiunto De Angelis - il rispetto delle regole in modo da offrire un servizio basato sulla chiarezza e sulla trasparenza e che sia un affare per chi vende e per chi acquista». Concorde sulla revisione della legge, l’assessore regionale all’Agricoltura Daniela Valentini, che ha ribadito la necessità di rivedere la legge sui saldi e di fare sistema, tra i due assessorati, anche in questa occasione. Si è parlato anche più in generale dei problemi aperti nel settore. «Ci teniamo a mantenere e conservare le caratteristiche del nostro territorio: per questo dobbiamo evitare che la grande distribuzione porti allo sterminio delle piccole e medie imprese che rappresentano la struttura del nostro sistema». A dirlo il presidente di Confcommercio Roma e Lazio, Cesare Pambianchi, presente all’incontro. «La difesa delle piccole aziende - ha aggiunto Pambianchi - non significa erigere barricate contro outlet e supermercati e non vuole essere una battaglia anacronistica contro l’evoluzione del mercato». «Ci dobbiamo preoccupare - ha proseguito Pambianchi - del made in Lazio: dobbiamo promuovere i nostri prodotti nel territorio regionale che è ad alta vocazione turistica e quindi rappresenta la miglior vetrina anche per il mercato estero». Su questo punto l’assessore regionale all’Agricoltura, Daniela Valentini, presente all’incontro, ha espresso «la necessità di riorganizzare la rete distributiva nel Lazio». «Il mercato - ha aggiunto - può essere rilanciato garantendo, ad esempio, l’inserimento dei piccoli commercianti di zona all’interno dei centri commerciali». «Rispetto al passato - ha concluso Valentini - Roma deve diventare una risorsa commerciale per le province del Lazio tramite accordi commerciali e dando ai consumatori la certezza della tracciabilità dei prodotti».
Non poteva mancare all’incontro il discorso sulla zona a traffico limitato, questione che ha acceso nei giorni scorsi molte polemiche. Dopo il primo fine settimana, in cui il sistema è stato reso attivo, questa l’opinione di Pambianchi: «La Ztl notturna è una nuova sperimentazione e tramite l’accordo al quale abbiamo lavorato, siamo riusciti, per il momento, a limitare il danno». «Noi siamo venuti incontro al Comune - conclude Pambianchi -, adesso aspettiamo che vengano costruiti urgentemente i parcheggi».

Annunci

Altri articoli