I saldi vanno a gonfie vele e portano in crociera

«I saldi a Genova? Meglio dello scorso anno, e meglio di quanto si poteva immaginare. I genovesi hanno deciso di spendere in casa e non in realtà fuori città. Tutto ciò rafforza l'economia locale e le piccole imprese che registrano il 75 per cento dell'occupazione»: lo spiega l'assessore al Commercio Gianfranco Tiezzi. Che aggiunge: «E' necessario creare un nuovo modello di sviluppo economico che differisca dal modello "dimensionale", superando così il concetto che il commercio sia solo quello della grande distribuzione. La struttura della città può evolversi. Genova deve diventare un grande centro commerciale naturale in grado di abbracciare tutte le nove municipalità dove arte, cultura e mercato si incontrano. I Centri Integrati di Via devono trasformarsi in piccoli enclavi urbani; insomma delle piccole cittadelle commerciali a sostegno delle attività economiche». Il successo dei saldi post natalizi è celebrato anche da Paolo Odone, presidente della Camera di Commercio di Genova: «Si premia enormemente il prodotto dell'offerta che i commercianti genovesi sanno dare. E' un segnale incoraggiante in linea con la crescita del turismo locale e in controtendenza con i livelli nazionali».
E sempre in tema di saldi, dopo il successo dello scorso anno, arriva puntuale la seconda edizione del concorso: «A Genova i Saldi ti Portano in Crociera Msc». L'iniziativa - organizzata da Comune, Provincia, Camera di Commercio e Autorità Portuale insieme ai nove municipi cittadini, ai 58 Centri Integrati di Via (Civ) e dalle associazioni di categoria Ascom-Confcommercio e Confesercenti - parte oggi e proseguirà fino a domenica 25 gennaio. Msc Crociere metterà in palio, tra tutti coloro che effettueranno acquisti a Genova - per un importo pari o superiore a 30 euro in ciascuna municipalità - una crociera per due persone della durata di 8 giorni. C'è anche il premio di consolazione: per i secondi estratti arriva un buono di 500 euro sull'acquisto di una crociera Msc. Le cartoline reperibili in 3mila esercizi commerciali, e debitamente timbrate dal commerciante stesso, potranno essere imbucate nelle urne dei negozi o portate nelle sedi dei nove Municipi. «Istituzioni, associazioni commercio e Civ sono ancora una volta assieme a difesa dell'economia cittadina, perché promuovere i consumi nel nostro territorio, soprattutto in questo momento difficile, significa difendere posti di lavoro, premiando con un'iniziativa originale e coinvolgente la fedeltà dei consumatori. Nell'ottica che anche i negozi, così come il patrimonio artistico e gli eventi, siano un elemento di attrazione del territorio, l'iniziativa già a partire dai saldi estivi potrebbe essere allargata alla città di Torino», conclude l'assessore Tiezzi.