"I sassi di Matera" per curare il dolore

Si apre martedì alla biblioteca Valvassori Peroni la mostra organizzata dalla Lega italiana lotta ai tumori. Per un mese saranno esposti disegni, foto e dipinti ispirati al paesaggio del capoluogo lucano realizzati dai pazienti durante il laboratorio di arteterapia

Da Matera a Milano o viceversa. Non importa la direzione, nè la destinazione, quello che conta è l'esperienza artistica con il suo potere curativo. Si inaugura martedì alle ore 11 presso la Biblioteca Valvassori Peroni, via Valvassori Peroni 56, la mostra «I sassi di Matera», a cura della Sezione Provinciale di Milano della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori in collaborazione con il Consiglio di Zona 3 e il Comune. La mostra, costituita da dipinti, disegni e fotografie ispirati al paesaggio della città lucana, nasce dal lavoro di alcuni pazienti della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, che hanno partecipato alle attività di ArtLab, il Laboratorio Artistico Terapeutico della LILT attivo presso l'Istituto. I pazienti, guidati da Tiziana Manusardi, arteterapeuta e danzaterapeuta, hanno elaborato e trasformato, sulla base del proprio vissuto, alcune foto di Matera creando così i disegni e gli scritti che verranno esposti nella mostra.
Obiettivo del laboratorio è proprio quello di aiutare i malati a lenire, accanto alle ferite del corpo, anche quella ferita dell'anima che il tumore porta con sé. è ormai riconosciuto in ambito scientifico, infatti, che le attività creative, siano esse espressione di un movimento corporeo o di un gesto pittorico, così come tutte le occupazioni che coinvolgono l'attenzione, la fantasia e la sfera delle emozioni, aiutano a favorire il rilassamento, l'equilibrio e il benessere fisico e psichico. Disegnare, dipingere, plasmare la materia sono attività nelle quali i sensi vengono stimolati e la persona che ne viene coinvolta visivamente, emotivamente e spesso anche spiritualmente, ne riceve un grande beneficio.
La partecipazione ai corsi del Laboratorio può coinvolgere i pazienti sia per brevi periodi, sia durante le cure che al termine, ed è offerta anche ai famigliari dei pazienti. Diverse le attività proposte: arte, danza e movimento, musicoterapia, yoga, taglio e cucito, manualità, computer.
I lavori della mostra «I Sassi di Matera» costituiscono per i pazienti una tappa del loro percorso di recupero e l'esposizione pubblica, in un ambiente diverso da quello ospedaliero, un'apertura all'esterno.
La mostra resterà aperta dal 17 novembre al 17 dicembre dal lunedì al sabato dalle 9 alle 19 e il mercoledì dalle 14 alle 19