I senatori a vita e il peso del loro voto

La grande incertezza che ha contraddistinto questa tornata di elezioni politiche, e che ha tenuto con il fiato sospeso tutti gli italiani, riporta in primo piano il ruolo dei senatori a vita, il cui voto, visto il grande equilibrio, potrebbe risultare decisivo.
I senatori a vita sono sette. Due sono ex presidenti della Repubblica. Francesco Cossiga («ritengo che i senatori a vita siano rappresentanti istituzionali e non del popolo sovrano, per questo non parteciperò al voto di fiducia» ha già fatto sapere l’ex capo dello Stato) e Oscar Luigi Scalfaro entrati a palazzo Madama rispettivamente il 28 aprile 1992 e il 15 maggio 1999. Gli altri cinque sono (in ordine di nomina): Giulio Andreotti (1 giugno 1991); Rita Levi Montalcini (1 agosto 2001), Emilio Colombo (14 gennaio 2003), Giorgio Napolitano (23 settembre 2005) e Sergio Pininfarina anche lui nominato il 23 settembre dell’anno scorso.