I simpatici animali di «Madagascar 2» superano le spensierate vacanze a Rio

Se amate i film alla Funny Games, quelli ricchi di violenza gratuita, allora The Strangers potrebbe fare al caso vostro. Bandite le atmosfere natalizie, ci si tuffa a suon di flashback nella casa di vacanza della famiglia Hoyt.
Dopo un ricevimento di matrimonio, Kristen e James ritornano a casa per ricucire a suon di champagne. Invece, bussano alla porta: ed è l'inizio dell'incubo. Nulla di nuovo sotto il sole; anzi, sembra tutto troppo pilotato. Anche la paura.
Così come una grande delusione è The Spirit, uscito il giorno di Natale, tratto dal fumetto, anni Quaranta, di Will Eisner. Peccato che Frank Miller sia troppo innamorato delle atmosfere di Sin City sciupando una storia infarcita, essenzialmente, da una parata di effetti speciali all'ultima moda; anche se il pubblico maschile si diletterà con la passerella di belle attrici, a cominciare dalla sensuale Eva Mendes.
Da non perdere è, invece, Il bambino con il pigiama a righe, storia di una amicizia «impossibile» tra due coetanei di otto anni. Uno è il figlio di un ufficiale nazista, l'altro è un ebreo rinchiuso nel campo di concentramento diretto dal padre del primo.
Per loro diventa quasi impossibile capire perché debbano considerarsi dei nemici; fino al tragico epilogo perché certe storie sono destinate a non avere l'happy end, anche su un grande schermo.
I più visti a Genova: 1) Madagascar 2; 2) Natale a Rio; 3) Il cosmo sul comò; 4) Come un uragano; 5) The Spirit.