I sindacati distribuiscono la pasta ai dipendenti del super

Sessantadue pacchi di generi alimentari ai lavoratori del magazzino Carrefour in causa con l'azienda

I sindacati distribuiscono cibo. Domani a mezzogiorno e mezza verranno distribuiti presso la sede della Filt Cgil della Lombardia in via San Gregorio 48, sessantadue pacchi di generi alimentari alle lavoratrici e ai lavoratori del magazzino Gs Carrefour che, ricorda il sindacato, «da più di 93 giorni non percepiscono alcun stipendio e, nonostante due sentenze che obbligano il reintegro dei lavoratori, questi non vengono riammessi sul proprio posto di lavoro».
Domani inoltre, rende noto la Filt Cgil, presso il Tribunale di Milano avrà inizio un altro procedimento giudiziario che porterà ad una nuova sentenza. «Finalmente - aggiunge poi il sindacato - il gruppo esce da un'ambiguità non più sostenibile. Ora chiediamo che il gruppo Gs Carrefour dia delle garanzie sul reintegro dei lavoratori nei magazzini di Pieve Emanuele presso soggetti che detengano ancora la commessa di GS-Carrefour, dalla quale i lavoratori sono stati estromessi con violenza e non per libera scelta».
L'intenzione è di proseguire nella mobilitazione in forme nuove. Nelle prossime ore sarà inviata una lettera alla direzione centrale di Carrefour in Francia «perché anche oltralpe si sappia di cosa sta accadendo in Italia, in totale spregio delle leggi del nostro paese».