I sindacati: il governo agisca subito

Le linee guida del piano del governo su Alitalia e sul trasporto aereo sono condivisibili ma serve un'azione concreta e rapida da parte della politica senza aspettare la “dead line” del 31 gennaio. Altrimenti la situazione diventerà irreparabile. Per questo non è escluso che la mobilitazione e l'ipotesi di sciopero annunciata ieri dagli assistenti di volo potrebbe allargarsi a tutti i lavoratori della compagnia. È questa la posizione emersa dopo l'incontro che si è svolto ieri presso il ministero dei Trasporti tra le nove sigle sindacali e lo staff tecnico del ministro, che non ha partecipato all’incontro. L'elaborazione dei piani, hanno fatto sapere i sindacati, è in dirittura di arrivo e verrà sottoposto prima al ministro Bianchi che poi lo porterà dal presidente del Consiglio Romano Prodi.