«Per i soci del patto Hopa vale tra 1,44 e 2 euro»

Resi noti i risultati della perizia di Dallocchio sulla società bresciana

da Milano

Hopa vale tra 1,2 e 1,7 euro per azione. È questa la forchetta di prezzo che risulta dalla valutazione del professor Maurizio Dallocchio sulla società bresciana. Per gli azionisti che fanno parte del patto di sindacato (Fingruppo, Bpi, Unipol, Mps, Antonveneta) il valore è invece compreso tra 1,44 e 2,04 euro per azione.
In una nota è la stessa Hopa ad annunciare i risultati del rapporto redatto da Dallocchio, dopo alcune settimane di lavoro «sulla base di scenari e ipotesi alternative in merito alla valorizzazione delle partecipazioni dirette e indirette di Hopa». Il rapporto - conclude la nota - ha inoltre rilevato la piena continuità gestionale di Hopa. La valutazione fa inoltre riferimento a transazioni comparabili, multipli di mercato e net asset value».
La media del valore per ogni azione di Hopa per i soci fuori dal patto di sindacato è quindi di 1,45 e un premio del 20% è previsto invece per i soci del patto (Fingruppo, Bpi, Mps e Unipol) con una media nel range di prezzo pari a 1,74 euro. La valutazione è legata a doppio filo alle modalità di divorzio da Olimpia, la cassaforte che controlla Telecom Italia.
Il tetto minimo di 1,2 euro per azione Hopa tiene conto come ipotesi prevalente che lo scioglimento degli accordi del 2001 avvenga attraverso una pagamento per contanti della partecipazione. Non viene definito un valore puntuale dei titoli Telecom, ma vengono adottate simulazioni probabilistiche e con tutta evidenza si tiene conto del premio di 208 milioni previsto dagli accordi.
La parte alta della forchetta considera invece come ipotesi prevalente quella della scissione di Olimpia e Holinvest. In base a questa scissione a ognuna delle due società frutto dell’operazione verrebbe attribuito parte dell’attivo e la corrispondente quota del passivo.