I soci del Patto serrano le fila

Rcs Mediagroup

Si infittiscono i contatti informali tra i grandi soci Rcs, intenti a valutare eventuali contromosse per rinsaldare le fila nel Patto che controlla il 58% del gruppo contro l’ipotesi di un’Opa targata Ricucci. Le ipotesi sul tavolo per blindare ulteriormente il Corriere della Sera sono diverse. Se l’idea di un’Opa da parte del Patto per il delisting della società ha raccolto secche smentite, resta invece in piedi il progetto di congelare in qualche modo la maggioranza del gruppo. Il presidente Piergaetano Marchetti ha smentito già le indiscrezioni di stampa circa una sua volontà di costituire una fiduciaria che detenga il 51% di Rcs, con ogni potere nelle sue mani. Ma starebbe proseguendo la ricerca delle modalità giuridiche più adatte per rinsaldare il sindacato anche in caso di Opa. Su questa linea sarebbero ad esempio le indiscrezioni che ipotizzano il conferimento delle quote a una newco. A Piazza Affari, intanto, le azioni Rcs hanno guadagnato lo 0,26% portandosi a 5,73 euro.