I sogni dei baby pallavolisti nascono ai Giochi di Maggio

Sono stati presentati ieri i «Giochi di maggio», ventiseiesima edizione della manifestazione nazionale di pallavolo per squadre giovanili. Un evento organizzato dalla G.S. Amatori 82 Volley Rivarolo in collaborazione con la circoscrizione Valpolcevera. All'interno del neonato PalaDiamante, numerosa autorità istituzionali, dirigenti e giovanissimi pallavolisti hanno accolto i due testimonial della manifestazione: Andrea Gardini e Giacomo Crosa. L'ex capitano della Nazionale, applauditissimo, esprime la sua gioia: «Sono felicissimo di essere testimonial dei Giochi di Maggio, tutti noi abbiamo iniziato a giocare in tornei come questo. Parliamo di esperienze molto formative che contribuiscono a far crescere i ragazzi in modo sereno ed equilibrato: per questo motivo la pallavolo presenta grande qualità e un seguito enorme. Un consiglio per i giovanissimi? Dovete perseverare e avere pazienza, la pallavolo è uno sport bellissimo che richiede grande applicazione. Sarò felice di giocare assieme a questi ragazzi il 20 maggio».
Il noto giornalista Mediaset si abbandona ai ricordi: «È un piacere tornare a Genova dove ho iniziato la mia carriera sportiva: il mio primo sport è stato proprio la pallavolo, praticato alla corte del prof. Carmarino. So quanto è affascinante questa disciplina e conosco la tensione agonistica che regala. Voglio fare un augurio: la nazionale italiana ha vinto tutto, tranne le Olimpiadi, sarebbe bello che le vincesse un pallavolista partito dai Giochi di Maggio».