I sogni Uefa della Samp sono gli incubi di Spinelli

La Sampdoria nella bolgia dell' «Ardenza» tenta l'ultimo assalto alla zona Uefa. A Livorno i blucerchiati saranno attesi da uno stadio gremito che vuole spingere la squadra di Orsi verso una vittoria che varrebbe un pezzo di salvezza: ingresso dei tifosi a 1 euro per dare man forte a Lucarelli e compagni, con il presidente Aldo Spinelli in prima fila in tribuna.
Sampdoria seguita da 300 tifosi e ridotta all'osso, completamente spuntata. Walter Novellino ha convocato 18 elementi ed il solo Fabio Quagliarella per l'attacco. Ancora una volta Fabio Bazzani ha dovuto alzare bandiera bianca ed arrendersi all'ennesimo fastidio muscolare che lo terrà lontano dal campo di gioco anche oggi, proprio in quella che poteva essere la sua ultima partita contro il Livorno, visto che l'attaccante ha già definito un accordo triennale per giocare, fin dalla prossima stagione, in maglia amaranto.
Rimane lo stesso il modulo studiato dal tecnico doriano: 4-5-1 con Quagliarella vertice estremo ed un folto centrocampo con Maggio e Delvecchio a spingere sulle fasce laterali, Palombo e Parola a manovrare il centrocampo, davanti a Volpi. In difesa, oltre a Castellazzi a difendere la porta, ci saranno Accardi e Falcone coppia centrale consolidata, con Pieri sulla sinistra e Zenoni sulla destra.
Una rosa ridotta all'osso perché la società non ha voluto richiamare nessuno dei giovani della Primavera che questa mattina, alle 12, saranno impegnati nei quarti di finale del campionato di categoria. La squadra di Bollini, affronterà a Vipiteno in una partita secca la quotatissima Juventus allenata da Vincenzo Chiarenza. Interesse dei tifosi doriani diviso a metà in questa domenica di maggio che potrebbe riservare una storica qualificazione per il settore giovanile blucerchiato.