I soldati Usa: «Ritiriamoci da Bagdad»

Washington. Con un’iniziativa senza precedenti, più di cento soldati americani hanno firmato una petizione rivolta al Congresso per chiedere «un pronto ritiro dall'Irak». «Rimanere in Irak non funzionerà e non vale il prezzo pagato. È tempo che le truppe americane tornino a casa», si legge nel testo, citato ieri dal “Washington Post”. I promotori puntano a raccogliere almeno 2mila firme entro gennaio, quando la petizione sarà presentata a deputati e senatori. «Sento ogni giorno discussioni fra i commilitoni sulla guerra in Irak e su come a questo punto non abbia più senso», sostiene il marinaio Jonathan Hutto, uno dei primi a firmare. «Non vi è una vittoria in vista», afferma.