«I soldi dei nuovi box vadano al nostro ospedale»

Si è parlato di ospedale giovedì sera, in sala consiliare. Si è discusso di box, di quei 100 da ricavare sotto il nosocomio cittadino. Quelli con cui la Regione vorrebbe finanziare la piastra ambulatoriale che sarà collocata al primo piano della struttura dopo l'apertura del polo rapallese, nel 2009. Quelli che, secondo il consigliere regionale Gianni Plinio, rappresentano un caso di speculazione immobiliare applicata all'assistenza sanitaria di cui la commissione non è mai stata messa al corrente dalla Giunta Burlando. Gli estremi per la polemica non difettano, ma la minoranza rinuncia a cavalcarla. «Sono rassegnato», confessa Marco Marchi dopo aver letto una mozione con cui chiede alla Giunta di non abbassare la guardia sul fatto che il ricavato dalla vendita dell'area a privati sia usato a esclusivo vantaggio del polo riabilitativo. «Non venga in mente alla Regione di far cassa per finanziare l’ospedale di Santa». Lo sottoscrive anche Marsano: «È una richiesta forse campanilistica, ma assolutamente necessaria. Chiederò inoltre che l'inaugurazione della piastra sia contemporanea a quella del nosocomio di Rapallo e pretenderò garanzie sul finanziamento degli altri tre piani». L'unità di intenti diventa ordine del giorno. All'unanimità.