I sondaggi promuovono Moratti e Pisapia: bocciato Boeri

Più si leggono i sondaggi (almeno, quelli non riservati) più ci si fa l’impressione che l’idea di una Moratti poco popolare nell’elettorato milanese sia una leggenda metropolitana. L’ultima pagella positiva arriva da una ricerca commissionata a S&G Kaleidos dalla Cisl, attraverso «Job», il mensile free press del sindacato. Nell’indagine, condotta tra il 15 e il 18 settembre, su una pagella da 1 a 10 il sindaco ha incassato un voto medio di 6,51, Riccardo De Corato si è attestato a quota 6,43.
Un’altra indagine - quella di Lorien Consulting Public Affairs, nell’ambito dell’Osservatorio Politico Nazionale -, ha messo invece sotto la lente l’evoluzione delle primarie del centrosinistra milanese per la scelta del candidato sindaco. Da un campione di ottocento cittadini è stata rilevata la notorietà e la fiducia dei quattro attuali candidati. Il più noto è Giuliano Pisapia (87%), seguito da Stefano Boeri (83%), Valerio Onida (65%) e Michele Sacerdoti (24%).