I super computer vanno in Borsa con Mediobanca

L’assemblea di Eurotech ha deliberato di chiedere l’ammissione in Borsa con l’obiettivo di entrare in quotazione entro l’anno sul segmento Techstar. Il gruppo Eurotech con sede ad Amaro (Udine) è attivo nel settore della costruzione di computer in ambito grid, passando dai computer «invisibili», i nano pc, a quelli infinitamente grandi, con la recente consegna del computer più potente d’Europa all’Istituto nazionale di fisica nucleare di Roma. La società, fondata nel 1992, ha chiuso il 2004 con un fatturato consolidato pro forma di 22,7 milioni (più 45% la crescita media annua negli ultimi 4 anni). Il gruppo ha sempre chiuso i propri bilanci in attivo, con un utile ante imposte nel 2004 di 620mila euro (più 2,1%). La società ha conferito a Mediobanca l’incarico di sponsor, specialista e responsabile dell’offerta pubblica e a Interbanca quello di advisor finanziario.