I tanti padri della legge per evitare altre morti bianche

Tutti uniti, come ovvio, in Regione per dire basta alle morti sul lavoro. Ma dopo il minuto di raccoglimento chiesto dal presidente del consiglio Mino Ronzitti per ricordare Enrico Formenti, l’ultima vittima nel porto di Genova, qualche «furbata» politica non è mancata. Come quella di Ubaldo Benvenuti, dell’Ulivo, che è uscito dall’aula del consiglio per fare una dichiarazione alle tv. «Oggi faremo qualcosa di concreto per dare una risposta a questo problema - ha annunciato -. C’è un disegno di legge cui stiamo lavorando da anni e che oggi, con un ordine del giorno, ci impegneremo ad approvare entro la fine di giugno». Tutto verissimo. Solo che detta così, suonava come un’iniziativa dell’Ulivo. L’ordine del giorno, in realtà, era stato proposto dai consiglieri di Forza Italia. «Ci hanno chiesto di aggiungere il riferimento alla legge da approvare e di poterlo firmare tutti - spiegano gli azzurri -. Ci mancherebbe, lo abbiamo fatto volentieri». Basta non cercare poi di far capire quello che non è.