I tassisti sfilano tra rabbia e violenze

È stata ancora una giornata all’insegna della protesta dei tassisti, quella di ieri a Roma. I conducenti di auto bianche, che da giorni protestano contro il decreto Bersani sulla liberalizzazione delle licenze, hanno inscenato la «marcia su Roma»: in migliaia si sono ritrovati sin dalle 6 alle 8 dal Circo Massimo, che fino a poche ore prima era stato teatro delle feste dei tifosi azzurri. Poi, dopo alcuni interventi, i tassisti si sono mossi verso il centro storico: un corteo pieno di scontri con le forze dell’ordine e di tensioni. Che hanno raggiunto il culmine quando parte dei manifestanti sono riusciti a raggiungere Palazzo Chigi. L’episodio più grave l’aggressione al ministro dell’Università Fabio Mussi. pestato anche un conducente a noleggio. La protesta va avanti: in serata i tassisti hanno sospeso tutti i blocchi ma confermato lo sciopero dell’11.