I tedeschi di Munich scendono al 4,8%

Unicredit

Il collocamento sul mercato da parte del gruppo tedesco Munich Re di una parte delle azioni Unicredit ottenute con l’offerta pubblica di scambio su Hvb ha depresso le quotazioni di Piazza Cordusio, che ieri si sono allineate al prezzo a cui è avvenuto il «placement» dei titoli in mano tedesca. Unicredit ha dunque chiuso a 5,3 euro con un calo dell’1,43%. Le azioni vendute da Munich corrispondono all’1,6% del capitale, per un controvalore di circa 980 milioni di euro. L’operazione è stata curata da Morgan Stanley. La partecipazione del gruppo riassicurativo tedesco è così passata dal 6,6% al 4,8%. Un portavoce di Munich Re ha definito «strategica» la partecipazione ancora detenuta nel gruppo bancario. Sempre nella giornata di ieri l’amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, ha ricevuto al Quirinale dalle mani di Carlo Azeglio Ciampi il Premio Leonardo 2005.