«I tedofori Coca-Cola? No pasaràn»

La fiamma olimpica se sponsorizzata dalla Coca Cola non passerà per l’XI Municipio. Così il presidente del municipio, Massimo Smeriglio, prosegue la sua battaglia personale contro il colosso di Atlanta. Dopo aver bandito la bevanda dai distributori automatici degli uffici circoscrizionali, ecco la guerra al tedoforo olimpico che dovrebbe passare per le strade del suo municipio. Smeriglio racconta di aver ricevuto una lettera «non dal comitato organizzativo delle Olimpiadi di Torino 2006, ma dall’Ignition Srl incaricata dalla Coca-Cola Service di organizzare le attività promozionali correlate al viaggio della fiamma olimpica». La società chiede a Smeriglio l’autorizzazione a occupare il suolo pubblico per pubblicizzare i prodotti Coca-Cola che faranno da cornice al viaggio. Da qui la decisione di Smeriglio di scrivere al presidente del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Torino 2006, Valentino Castellani, controproponendo che «il tedoforo venga nel nostro municipio ma accompagnato dalle bandiere arcobaleno».