I terroristi islamici contro David Letterman: "Bisogna tagliare la lingua a questo ebreo"

Le minacce al comico e conduttore televisivo americano sono apparse sul forum Shumuk al-Islam, frequentato da musulmani di
posizioni oltranziste. Letterman è stato preso di mira per una battuta sul presunto successore di Bin Laden

New York - Nel mirino dei terroristi islamici ora sembra esserci David Letterman, reo di aver fatto una battuta sul successore di Bin Laden. Le minacce al comico e conduttore televisivo americano sono apparse sul forum Shumuk al-Islam, frequentato da musulmani di posizioni oltranziste. L’autore della minaccia, tale Umar al-Basrawi, invita i mussulmani americani a "tagliare la lingua a questo umile ebreo e a metterlo a tacere per sempre, proprio come Sayyid (che Allah lo protegga) fece con l’ebreo Kahane".

La battuta incriminata Letterman, che non è ebreo, è stato preso di mira per una battuta sulla morte di Osama bin Laden e sul suo successore alla guida di al Qaida. "Così hanno scelto un successore e il suo nome è Ilyas Kashmiri - ha detto il comico in un monologo dell’8 giugno scorso - bene, indovinate: è stato fatto saltare in aria da un drone americano". Con la battuta, secondo il messaggio in internet, Letterman "ha mostrato la sua natura maligna e il suo profondo odio per l’Islam e i musulmani, quando ha detto che Ilyas Kashmiri si è unito a bin Laden".