I tesori di Giotto fanno il pieno: 24mila persone in undici giorni

Successo di pubblico per la mostra «Giotto e il Trecento. Il più Sovrano Maestro stato in dipintura» ospitata dal 6 marzo al Vittoriano: in soli 11 giorni di apertura più di 24mila visitatori hanno affollato le sale del Vittoriano per ammirare le oltre 150 opere, tutte di altissimo livello e di qualità indiscussa, raccolte qui per la prima volta a ripercorrere nella sua interezza il percorso figurativo giottesco dopo oltre 60 anni dall’ultima grande mostra su Giotto e la pittura in Italia tra fine Duecento e prima metà del Trecento, allestita agli Uffizi nel 1937. Insomma un’occasione unica per ammirare i 20 capolavori eseguiti da Giotto, oggi molto difficili da spostare per ragioni di conservazione, i maestosi polittici, le preziosissime opere su tavola, le importanti sculture, i rari manoscritti e le oreficerie di pregio che danno conto di tutte le diverse ramificazioni dell’influsso del maestro fiorentino sull’arte italiana e fanno di questa mostra un evento unico e irripetibile.